gli piaci?/non gli piaci? Che ti importa?

Ci scrive Chiara, 22 anni. Non è facile dichiararsi quando si è in crisi, quando si è ancora dentro una “fase critica”. Lui, non cambierà,quindi..non ti sforzare! Si, è il tipico ragazzo misterioso, con un passato sofferto;  incompreso, troppo orgoglioso e sicuro, Lui, ha sempre ragione! Come biasimarlo in fondo? Lui, è un “ragazzo solitario”, perche Lui a differenza dei suoi amici o conoscenti sa stare al mondo da solo, non ha bisogno di nessuno, ne tanto meno di te! Queste sono espressioni difficili da incamerare, ma purtroppo è la loro filosofia di vita. Lui, con le sue storie d’amore fallite, ti guarda dall’alto in basso, critica ogni tuo movimento … Continued

metti una sera al bar.

Ci scrive Sabrina, 23 anni. L’altra sera ero al bar a lavorare. Serata tranquilla, poca gente, sempre la solita, tutti si conoscono. Ad un certo punto una coppia inizia a litigare, la lite pian piano si fa più animata quando ad un certo punto lui l’afferra per il colletto della giacca. La spinge, la strattona e la sovrasta mentre le parla a denti stretti. La spinge fino a costringerla a sedersi su una sedia e a quel punto le tira uno schiaffo. Poi continua a prenderla per il collo per tenerla giù. Prima dello schiaffo ho cercato di intromettermi ma lui non mi sentiva nemmeno, allora ho chiamato il mio … Continued

“Credevo che”

“Questa cosa mi terrorizza, ma…”, così scrive Paloma, di 23 anni.  E centra il punto. Questo libro mi è stato consigliato da un’amica come lettura estiva. Quando lo comprai, non sapevo nulla a riguardo, sennonché trattava della violenza di genere. Decidere di leggere un libro sulla violenza sulle donne, per una donna, può non essere facile. Sapere di andare incontro a qualcosa che ci riguarda e che ci farà male non piace a nessuno. La paura di sapere ci blocca e forse è proprio questa una delle ragioni per cui si sa sempre troppo poco su quest’argomento. Nel libro è descritto il sistema adottato in Gran Bretagna per ridurre la … Continued

bella brasiliana

“Bella brasiliana”. Così il Corriere on line ci descrive Marilia Rodrigues Silva Martins, la ragazza di 29 anni trovata morta nel suo ufficio, vicino a Brescia. Di solito i cadaveri non si definiscono belli, negli articoli non si legge “bella torinese rapinata e uccisa” o “bel francese assassinato in una sparatoria”. Non si scrive “bell’ uomo muore di infarto” o “bella signora annega nelle acque del Po”. Mi viene in mente Reeva Steenkamp, di cui abbiamo rivisto sempre e soltanto le sue foto di scena, bellissima e fatale, ben lontane dalla realtà di ciò che era in quel momento, stesa sul letto di un obitorio con il corpo squarciato dalle pallottole. … Continued