per esempio OGGI.

pubblicato in: Senza categoria | 0

Che cosa pensate di questa sentenza del tribunale a L’Aquila? Io me la sento addosso, come un peso che mi schiaccia. E voi? Quanto ve la sentite addosso? Cosa vorreste dire a questa ragazza? a questo ragazzo? al giudice?  

post di Petra, 24 anni

pubblicato in: femminicidio, giovani | 0

“La prima volta che ho visto pubblicizzato il libro di Riccardo Iacona, “Se questi sono gli uomini”, ho pensato: Ecco un altro uomo che pretende di dire la sua sulle donne. Poi me l’hanno regalato, e io, scettica, come tutte le donne che hanno a cuore questo tema, l’ho letto. Mi sono trovata a piangere su certe pagine, leggendo storie di donne sole, completamente sole, vittime di realtà sociali dove si insegna alla donna a non essere altro che  sottomessa per tutta la vita, nelle sue scelte, nella sua relazione di coppia, nella sua morte. Ma ho pianto anche leggendo di storie completamente opposte, di donne moderne, emancipate, che non avevano … Continued

GGGiovani!

Da una settimana in rete è esplosa la campagna FEMMINCIDIO: METTICI LA FACCIA, promossa dagli studenti veneti (Rete Studenti Medi del Veneto, UDU Padova, UDU Venezia, UDU Verona). Ne ho parlato con Anna Azzalin e Alberto Irone, dell’esecutivo regionale. Quando e come è nata questa iniziativa? Dieci giorni fa, durante un incontro dell’associazione Rete Studenti Medi Veneto; ci siamo resi conto che nelle scuole superiori si stava parlato di quanto accaduto in India, sia tra studenti che con alcuni prof., in vari momenti di dialogo. Ci siamo detti che era il momento di approfondire questo problema con i più giovani, e così è nata l’idea del cartello, la foto, la faccia, su Facebook perchè è il … Continued

NON C’ E’ COLPA!

A Milano una ragazza di 19 anni è stata stuprata sabato sera, in discoteca. La maggior parte degli stupri in Italia si verifica nel fine settimana, in ambienti dove ci dovrebbe solo divertire. Anche Veronica, stuprata a Verona dopo una festa, nel libro racconta: “Non ho denunciato. Perchè un po’ me lo meritavo; questo sentivo: colpevoli loro, colpevole io. Eppure sarebbe bastato farmi visitare prima di lavarmi, farmi fare un prelievo vaginale, lo sperma era ancora tutto lì. Non l’ho fatto. Non sono stata consapevole di me. L’unica cosa che vorrei, se tornassi indietro, è essere accanto a me in quel momento, e farmi rimanere in  clinica. Quella sera io l’ho … Continued