blackout

1798701_609550202459592_550083852_nMelissa fa parte di Blackout, un gruppo di giovanissime e giovanissimi (dal mio amato Veneto) che hanno dato vita ad un film che racconta la storia di una ragazza stuprata mentre torna da una festa, di come si sta dopo, di come reagiscono le persone che ti vivono intorno e che ti aiutano a cercare la verità.

Melissa mi scrive per dirmi che il loro film, Blackout, sarà tra i finalisti del Vittorio Veneto Film Festival, unico film italiano.

Dice: “Noi ragazze ci sentivamo insicure ed impaurite… iniziava a diventare un problema tornare a casa a piedi la sera, da sole, lungo le strade buie del paese. Così assieme ai ragazzi, che da subito si sono dimostrati protettivi, abbiamo deciso di parlare di violenza sessuale giovanile…
Non abbiamo nemmeno dovuto pensarci molto perchè a mano a mano che ne parlavamo e ci informavamo, cresceva in noi la voglia di fare qualcosa di concreto per sensibilizzare le persone sull’argomento. Così è nato Blackout”.

Io ho avuto il piacere di vederlo l’anno scorso in anteprima, appena finito il lavoro di montaggio. E’ un buon lavoro, l’esempio di come i ragazzi e le ragazze possano impegnarsi -e riuscirci bene- a ricostruire partendo da se stessi e dalle loro relazioni. Noi sosteniamo, loro cambiano le cose!

qui il trailer: https://www.youtube.com/watch?v=6_vTfbWGQcQ

proiezione al Festival Venerdì 11 aprile ore 9:

“BlackOut” fra i finalisti del “Vittorio Veneto Film Festival” 2014

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.