ABORTO, IL VIDEO DEL CONSIGLIO D’EUROPA PER LA TUTELA DEI DIRITTI UMANI

Women’s rights are human rights. In occasione della giornata internazionale per i diritti umani, Domenica 10 dicembre, ce lo ha ricordato Niels Muižnieks, Commissario per i diritti umani del Consiglio d’Europa, la più alta autorità in materia del nostro continente, prendendo una posizione decisa a favore della libertà e l’autonomia sessuale e riproduttiva delle donne, sottolineando come ogni intrusione nella sfera più intima e privata non possa che essere considerata una violazione gravissima dei diritti umani. Di fronte alla crescente minaccia dei diritti sessuali e riproduttivi di donne e ragazze e all’ondata travolgente di proteste della campagna #metoo contro la violenza, il Commissario ha deciso di dare delle risposte concrete … Continua

PEDOFILIA, EDUCHIAMO I MINORI A RICONOSCERE ABUSI E VIOLENZE

8articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle. Un 43enne di Lonato del Garda, istruttore di karate, è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale di gruppo, prostituzione minorile, atti sessuali con minori e detenzione di materiale pedopornografico. Nell’inchiesta, che contempla un periodo di quindici anni, sono coinvolti altri adulti. Le violenze vedrebbero coinvolte alcune allieve dei suoi corsi, dai 12 anni in su. Non è la prima volta che un allenatore (o un catechista) viene accusato di pedofilia, poiché è proprio un ruolo autorevole che facilita l’abuso in virtù della soggezione che incute nei minori e della fiducia che gli viene riposta dalle vittime e dalle loro famiglie. Il pedofilo seduce … Continua

Se il Gender distrae anche il Papa

articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle. Febbraio 2017: quattro anni di carcere a Paolo Malini, educatore e componente del consiglio pastorale dell’oratorio salesiano di Arese (Milano) per stupro su un 15enne; un anno e cinque mesi per adescamento di minore e possesso di materiale pornografico a don Nicolò Migliorini, – con il quale il 15enne si confidò durante il centro estivo dei salesiani e che, anziché intervenire contro lo stupratore, convinse il ragazzino a minimizzare e lo coinvolse in uno scambio di foto intime condivise anche con altri adulti. L’Ordine dei Salesiani risarcirà il ragazzino con 230.000 euro. Fine della storia. Non dal punto di vista giudiziario (è sentenza di primo grado, con rito abbreviato), … Continua