ToBeSafe – formazione per la prevenzione di molestie e discriminazioni nei luoghi di lavoro.

Abbiamo tutte e tutti diritto di lavorare in sicurezza, anche al sicuro da molestie sessuali e discriminazioni. ToBeSafe è nato per questo. lo presentiamo oggi, 3 marzo 2021 alle ore 14.00, nella WebTvRadio del Comune di Milano, ospiti della Presidente della Commissione Pari Opportunità e Diritti Civili del Comune di Milano, Diana De Marchi. Qui il link per seguire in streaming. Qui ne parla La27esima ora del Corriere della Sera.

COSA ABBIAMO FATTO IN TRIENNALE?

Vi abbiamo raccontando qualcosa di noi che non avevamo mai raccontato pubblicamente, perché partire da sé è il modo più sincero per avvicinarsi agli altri. Ecco il link https://www.corriere.it/video-articoli/2020/09/13/fischi-allusioni-sguardi-molestie-luogo-pubblico/b6a685aa-f5f4-11ea-9237-257205f52e6d.shtml

UN BALSAMO, BRODO CALDO PER L’ANIMA

Oggi la rete permette anche questo, permette di scrivere un libro e ricevere parole bellissime da una lettrice sconosciuta che ti accarezza l’anima come tu hai accarezzato la sua. Oggi che è la giornata internazionale contro l’omofobia dedico le sue parole a chi sente le farfalle nello stomaco. “Saró sincera. Quando ho iniziato a leggere questo libro ho subito pensato: Gesù, la solita storia (banale) d’amore adolescenziale. Le pagine però, iniziavano a scorrere, man mano più veloci e il cuore a battere sempre più forte con l’avanzare del racconto: un po’ come se il mio cuore fosse anche quello di Francesca, Giulia, Antonio, Valeria… quello di tutti i protagonisti. Innamorarsi accade, non … Continued

QUEL «FINOCCHIO» DI MATEMATICA

articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle. Dopo la pubblicazione dell’articolo sul bullismo ai danni dei prof, tra gli insegnantiche mi hanno scritto c’è Francesco, omosessuale, che insegna matematica in un liceo del Nord Italia e ha fatto coming out anche a scuola. È di ruolo da tre anni e adora il suo lavoro, nonostante tutto. Nonostante sia stato vittima di due episodi di bullismo molto gravi, uno da parte di un’alunna, l’altro da parte di un gruppo di mamme su Whatsapp. Andiamo con ordine. Francesco doveva fare una supplenza in una classe prima per sostituire una collega. A metà lezione ha concesso agli studenti di ripassare storia per l’ora successiva. … Continued