un regalo per tutte/i noi

Dopo un incontro in un liceo vicino a Bergamo, Tiziana, 17 anni, ci invia questo suo regalo, che pubblico con gioia, come augurio di Buona Pasqua e Buona Primavera. Cara Cristina, vorrei scrivere sul tuo blog, perché altre ragazze lo leggessero, una poesia di Eve Ensler, l’autrice dei “Monologhi della Vagina” e fondatrice di One Billion Rising, tratta dal suo splendido libro “Io sono Emozione”. Quel libro ha veramente cambiato il mio modo di vedere le cose, mi ha aiutata a non sentirmi sola e diversa. “Io sono Emozione” è una raccolta di monologhi e poesie che raccontano storie ed esperienze di ragazze provenienti da ogni parte del mondo: c’è l’operaia … Continua

lettera aperta a Floriano Ippoliti

Buongiorno signor Ippoliti, le scrivo per esprimerle il mio rammarico di fronte alla sua statua “Violata”, che trovo essere un manifesto alla sordità, al non ascolto. Lei stesso ammette di essere stato ispirato da un suo pensiero,  di essersi chiesto “Come avrebbe reagito mia moglie?” e di essersi dato una risposta, personale e risolutiva, senza interrogarsi  oltre.  Ma la risposta è altrove. Se avesse ascoltato una sola donna violata per davvero e non nella sua immaginazione, avrebbe trovato quella risposta. Quella donna le avrebbe detto che dopo uno stupro non ci si alza con lo sguardo fiero, né tanto meno con la mano aperta verso la vita. Quella donna le avrebbe … Continua

ma che vuol dire?

post di Beatrice, 21 anni Domenica ho visto un post su facebook, e mi si è smosso qualcosa nelle viscere (in senso negativo). Forse non si dovrebbe dare troppo peso alle mille cose che si leggono su FB, ma proprio quando ho riflettuto sul fatto che le leggono chissà quanti, mi sono chiesta “Ma che ###### vuol dire?” “Ridate la femminilità alle ragazze, ridategli la timidezza e portatevi via quell’odiosa sfacciataggine. Ridate la femminilità alle ragazze, insieme alle belle parole e ai bei comportamenti. Ridategli l’educazione e la delicatezza. Coprite le loro parti scoperte, ridando loro la dignità e la purezza di un viso arrossato, non da un chilo di … Continua

si cambia di botto!

postato in: scuola, stereotipi di genere | 0

Con queste scarpe lungo il corridoio mi hanno accolta in una scuola di Milano. Sono scarpe di donne, donne che non ci sono più, donne che le loro scarpe non le potranno più indossare. Nell’ auditorium c’erano circa 300 ragazze e ragazzi. Dalle prime file ognuno ha alzato un foglio bianco. Su ogni foglio c’era un nome di donna e la data in cui è stata uccisa, uccisa da un uomo, si chiama femminicidio. Ho provato una grande riconoscenza. Per loro, che mi stavano trasmettendo un’ emozione così forte. Per le loro prof che tanto hanno fatto e tanto continuano a fare per trasmettere una cultura di genere che i programmi ministeriali … Continua

1 8 9 10 11 12