diteci che non è così!

pubblicato in: giovani, stupro | 11

A fine luglio, a Licata, è stata stuprata un ragazza di 13 anni (ne abbiamo parlato qui). In vacanza nel paese dei nonni, la ragazza ha conosciuto due ragazzi in spiaggia e ha poi accettato, con un’amica, un passaggio. Ma i due ragazzi, fratelli, le hanno portate nella campagna isolata. L’amica è riuscita a scappare, lei purtroppo no. I ragazzi sono stadi identificati ma sono ancora in libertà. Questa la frase agghiacciante tra le dichiarazioni che la madre della ragazza ha rilasciato alla stampa (qui l’intero articolo): “Alcuni giorni fa qualcuno del luogo mi ha detto forse per consolarmi, da questi parti funziona così, le violenze sono una sorta di … Continued

Vicino a Lei.

pubblicato in: giovani, stupro | 0

A Licata e’ stata stuprata una ragazzina di 13 anni. A farle violenza sembrerebbe siano stati due conoscenti, di 17 e 23, che le hanno offerto un passaggio. Leggo e ripenso alle storie che ho raccolto nel libro “Non lo faccio piu’”. Penso a Veronica, stuprata dai suoi amici dell’universita’; alla quindicenne stuprata da Marco, che le ha dato un passaggio mentre tornava da scuola. Penso a Marco, preoccupato solo di  dichiararsi innocente dicendo che lei era consenziente, in accordo con l’avvocato, e sostenuto dalla madre. Marco che invece sta scontando sei anni. Marco che ammette che senza il carcere non avrebbe capito fino in fondo il male compiuto: Mi … Continued

ho un corpo, esisto.

pubblicato in: femminicidio, legge, stupro | 2

post di Petra, 23 anni. Negli scorsi giorni sono circolate in rete due notizie estremamente diverse tra di loro, ma ugualmente agghiaccianti: la prima riguardava l’esecuzione di due adolescenti pachistane , Noor Basra e Noor Sheza, due sorelle di 15 e 16 anni. Sei mesi fa, mentre tornavano a casa, un acquazzone le aveva colte d’improvviso e le due ragazze, invece che correre al riparo, si erano godute il momento – uno dei pochi di libertà probabilmente loro concesso – ed avevano iniziato a ballare sotto la pioggia. Non sapevano ancora che quell’unico, innocente, spontaneo gesto di allegria e spensieratezza sarebbe stato giudicato immorale ed irreparabile dalla comunità in cui … Continued