Cristina Obber è esperta di violenza di genere, formatrice presso aziende, ordini professionali, scuole medie e superiori ed università.

È ideatrice e curatrice di progetti di formazione aziendale volti a contrastare le molestie sessuali nei luoghi di lavoro.
Sul tema molestie sessuali nei luoghi di lavoro ha partecipato al tavolo specifico del Ministero della salute svoltosi durante la 3° giornata della salute della donna nel maggio 2018 presso la sede del ministero.

Partecipa da anni a tavoli di lavoro istituzionali e nell’ambiente dell’associazionismo sul tema della violenza di genere.

Partecipa in qualità di relatrice a convegni e conferenze istituzionali in tutta Italia.

Ha partecipato alla giornata del 25 Novembre 2017 a Montecitorio voluta dalla allora presidente della Camera Laura Boldrini (e ad alcuni incontri preparativi presso gli uffici di presidenza).

Ha una lunga esperienza nelle scuole medie e superiori per incontri di approfondimento sul tema della violenza sessuale e del femminicidio, del bullismo e del cyberbullismo a sfondo sessista e omofobico.

Nel mondo della scuola svolge anche attività di formazione e consulenza per insegnanti e dirigenti scolastici.

È autrice di una inchiesta (grazie al supporto del Ministero di giustizia minorile) sulla violenza sessuale tra i giovani, sintetizzata nel libro ‘Non lo faccio più’ (2012, ed Unicopli), frutto di interviste a vari professionisti/e, a vittime di violenza nonché ad autori di violenza sessuale incontrati in carcere con la collaborazione del Cipm, centro italiano per la mediazione.

Dal 2017 è tra i docenti del Corso di perfezionamento “La violenza contro le donne e i minori: conoscere e contrastare il fenomeno” presso l’Università Milano Bicocca.

Nel 2019 ha svolto docenza per il Progetto Sfera promosso da Università degli studi Milano-Bicocca e Polis-Lombardia su incarico della Direzione Generale Politiche per la Famiglia, Genitorialità e Pari opportunità di Regione Lombardia, progetto formativo rivolto alle operatrici dei Centri Antiviolenza ma anche a psicologhe/i, assistenti sociali, giornaliste e giornalisti, operatrici e operatori del Terzo Settore.

Per informazioni cristinaobber@gmail.com