DI MAIO RISPONDA A QUESTE DOMANDE

pubblicato in: cristinaobber.it | 0

articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle Doveva avviarsi a metà marzo 2019 la discussione generale in Commissione Giustizia del Ddl nr. 735 promosso dal senatore leghista Simone Pillon ma ancora non è stata calendarizzata, forse per non danneggiare ulteriormente il contestatissimo Congresso mondiale delle famiglie (World Congress of Families) di stampo ultracattolico in programma a Verona dal 29 al 31 marzo. Il vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio ha criticato l’evento definendolo «la destra degli sfigati». Una definizione che appare davvero riduttiva e semplicistica visti i relatori attesi nella città veneta: i maggiori esponenti mondiali dell’integralismo religioso filo-russo sono solo degli sfigati? Le ipotesi sono due: o il vicepremier pentastellato è all’oscuro di ciò che sta accadendo intorno a lui (dilettante allo sbaraglio? accecato da Rocco Casalino? isolato da Matteo Salvini?) o cerca … Continued

UNA PETIZIONE CONTRO I PATROCINI AL WCF VERONA

pubblicato in: cristinaobber.it | 0

articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle. Non le manda a dire Mauro Bonato, dimessosi da capogruppo Lega Nord a Verona per protestare contro il Congresso mondiale delle famiglie che si prepara a radunare nella città veneta, dal 29 al 31 marzo 2019, molti esponenti del mondo cattolico più integralista (tra cui il russo Dmitri Smirnov, presidente della Commissione patriarcale per la famiglia e la maternità), i ministri Matteo Salvini, Lorenzo Fontana e Marco Bussetti. Appuntamento, che per altro, ha anche ricevuto i patrocini del ministero della Famiglia e le disabilità, della Regione Veneto e della provincia di Verona. Patrocini che hanno imbarazzato il governo, tra annunci di ritiro e smentite (il 20 marzo il ministro Lorenzo Fontana ha smentito la revoca), dopo che il movimento All Out ha lanciato una petizione che ne chiedeva il ritiro e che in pochi giorni … Continued

TROPPO BRUTTA PER ESSERE STUPRATA

articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle Ha suscitato indignazione generale la sentenza della Corte di appello di Ancona, poi annullata con rinvio dalla Cassazione, che ha assolto due ragazzi nel processo di secondo grado per violenza sessuale su una coetanea. Indipendentemente dallo svolgimento dei fatti, le motivazioni espresse nelle conclusioni di tre magistrate si dubita della versione presentata dalla ragazza in quanto all’imputato «neppure piaceva, tanto da averne registrato il numero di cellulare sul proprio telefonino con il nominativo di ‘Vikingo’, con allusione a una personalità tutt’altro che femminile, quanto piuttosto mascolina, che la fotografia presente nel fascicolo processuale appare confermare». Ciò che sconvolge non è che le magistrate siano donne, sarebbe grave al contrario se il genere di chi deve giudicare influenzasse … Continued

PERCHÈ L’ 8 MARZO NON È UNA FESTA

Articolo che ho pubblicato sul LetteraDonna/Elle Una parte della popolazione femminile si sta preparando ad un 8 marzo che considera ancora una festa, una serata in cui si può uscire in libertà e fare tardi, inebriate dall’alcool e dall’effetto che fa infilare una banconota nello slip di uno spogliarellista. Ma attenzione: questa data non è una festa ma una giornata di affermazione e di lotta, di scambio, confronti, sostegno reciproco e gioia di ritrovarci unite contro le discriminazioni e le violenze che ancora subiamo dentro e fuori casa e nei luoghi di lavoro. Le attiviste di Non una di meno si mobilitano per lo sciopero nazionale, tante femministe nelle istituzioni e nelle associazioni organizzano iniziative, incontri, manifestazioni di piazza. Manifestazioni necessarie perché sono tanti i problemi che in quanto donne dobbiamo ancora risolvere. E in tanti ad … Continued