DA NICOLINA PACINI A GLORIA POMPILI: I FEMMINICIDI CHE SVELANO L’IPOCRISIA DEI MEDIA

articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle. Nicolina Pacini, 15 anni, è morta. Uccisa dall’ex compagno della madre perché un femminicida o uccide la donna che ha interrotto o vuole interrompere la relazione o le uccide i figli (talvolta i propri) infliggendole la punizione a vita. Nicolina era una ragazzina molto bella, lo sappiamo perché tutte le testate, a cominciare dall’Ansa, ne annunciano la morte pubblicandone i selfie probabilmente scaricate dal suo profilo Facebook, compreso quello in cui tira fuori la lingua scherzosamente. Nonostante sia morta. Nonostante sia minorenne. Dovrebbe bastare questo secondo dettaglio a preferire una narrazione più asciutta, più rispettosa e pudica e meno a caccia di click. La … Continua

LECCE, IL FIDANZATO CONFESSA IL FEMMINICIDIO DI NOEMI. MA C’E’ ANCORA QUALCOSA DA DIRE?

postato in: cristinaobber.it | 0

articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle. Sul femminicidio di Noemi cos’altro dire che non abbiamo già detto? Cos’altro dire alle ragazze che si interrogano sulle proprie relazioni se non di non sottovalutare le espressioni di rabbia e gelosia che precedono sempre un femminicidio, di chiedere aiuto? Cos’altro dire ai ragazzi se non ripetere loro che le donne non sono una proprietà su cui avanzare ed imporre diritti come questa cultura patriarcale continua a trasmettere? Il fidanzato di Noemi, dicono le prime indiscrezioni, aveva spesso manifestazioni rabbiose, c’è un video in cui con una sedia cerca di sfasciare l’auto di qualcuno con cui aveva litigato, forse per gelosia appunto. Qualcuno parla … Continua

STUPRI FIRENZE, FIANI: “ERANO DUE ZOCCOLE”. QUINDI E’ ANCORA COLPA DELLE DONNE?

postato in: cristinaobber.it | 0

articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle. Perché stupirsi se c’è chi parla delle due studentesse americane come di «duezoccole»? ‘Zoccola’, ‘troia’, ‘puttana’ e tutti i sinonimi di cui è ricca la nostra lingua sono parte essenziale del linguaggio patriarcale, sono punitivi della libertà femminile. È ‘zoccola’ colei che ha rapporti sessuali con chi e quando lo desidera, cioè colei che sceglie. Basta che preferisca un altro uomo per essere definita così. Non occorre che ne scelga tanti, cosa che sta comunque dentro la libertà di ogni donna esattamente come accade per i maschi. Anche nelle scuole mi è capitato di sentirmi spiegare che è lecito dare della ‘cagna’ a una … Continua

STUPRO FIRENZE: PERCHÈ LE DICHIARAZIONI DI NARDELLA SONO FUORI TEMA

postato in: cristinaobber.it | 0

articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle. A Firenze due studentesse americane hanno denunciato di essere state stuprate da due carabinieri che si erano offerti di accompagnarle a casa. Le notizie sono contrastanti: pare accertato che le ragazze si trovassero in stato di ebbrezza, ma uno dei due militari, il 45enne che ha raccontato di aver avuto un rapporto sessuale consensuale, dice di non essersi accorto che fossero ubriache. Eppure Libero scrive che le ragazze «barcollavano e non si reggevano in piedi» e io di Libero mi fido perché sui dettagli non scherza, tanto da aver pubblicato senza pudore i verbali sugli stupri di Rimini con dovizia di particolari su modalità … Continua

1 2 3 4 5 6 52