un “Ci dispiace” #noncibasta

pubblicato in: cristinaobber.it | 0

C’è una parola che mi piace molto, ed è responsabilità.
Dicono che le petizioni non servono, se non a far guadagnare chi le gestisce in rete. Non trovo scandaloso che chi gestisce le petizioni ne ricavi un guadagno, è un’attività che richiede tempo, e va retribuita. Se sotto vi sono delle speculazioni, in altra sede ce ne occuperemo.

Io ne firmo e a volte le promuovo perchè credo che sia comunque importante che a chi di dovere arriva la voce di chi, come me, singolarmente non conta niente ma insieme a tanti altri rappresenta “cosa pensa la gente”.

Nella condivisione di un messaggio chi lo riceve, e in questo caso Federica Mogherini e altre persone che rivestono ruoli istituzionali internazionali, sa che a qualcuno deve rendere conto, che qualcuno si aspetta un’azione, una risposta. Può non darla, ma la richiesta è arrivata.

Con questa petizione non ci siamo rivolte direttamente all’ONU, ma a chi, come Federica Mogherini appunto, dall’altro della sua prestigiosa carica, può farlo con incisività, può farlo essendo ascoltata. Tutti loro, se decisi e compatti, potrebbero sì intervenire contro questo genocidio.

Ricoprire un ruolo significa assumersi onori e oneri, e questa petizione invita Federica Mogherini (in qualità di Alta rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza) ad assumersi la sua, rivolgendosi a quelle stesse persone che di fronte alle parole della rappresentante del popolo yazida hanno applaudito e detto Ci dispiace, e nient’altro. Insopportabile.

Anche a loro chiediamo di assumersi le loro responsabilità, il loro silenzio è vergognoso.

Questa petizione dunque invoca la fine di una barbarie ma invoca anche una parola bellissima, responsabilità, appunto.

Se vorrete firmarla questo è il link:

https://www.change.org/p/contro-la-malvagità-dell-isis-un-ci-dispiace-noncibasta-3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.