25 novembre 2015: un immenso #nessunascusa

Credo dovremmo prendere spunto dalla manifestazione di Firenze  per tornare in piazza come il 13 febbraio 2011. Vorrei un 25 novembre con le piazze piene di donne e uomini che dicano a gran voce che per uno stupro non c’è #nessunascusa. Che siamo stanche ma anche stanchi di sentenze che ci umiliano, che riducono le donne a corpi a disposizione, colpevoli in quanto corpi, e a uomini in balia di istinti predatori senza la minima coscienza del valore dell’altro. Sono tre anni che vado nelle scuole a parlare di questo con i ragazzi e le ragazze, a cercare con loro di demolire gli stereotipi che ci ingabbiano tutte e tutti. … Continued

Sonia.

pubblicato in: comunicazione, femminicidio, legge | 0

“Due mesi fa, la 42enne Sonia Trimboli, racconta un conoscente del palazzo di fronte, scappava insanguinata e trovava rifugio nell’androne di un condominio e nell’abbraccio di alcuni vicini, rapidi nel chiamare i soccorsi. Gli agenti avevano fermato Gianluca Gerardo Maggioncalda, il fidanzato coetaneo di lei. «La sera lui era già a casa».” (dal Corriere della sera) 1)Ora Sonia è un cadavere in un sacco di plastica. 2)Gianluca, con cui Sonia litigava e poi faceva la pace, e poi litigava e poi faceva la pace, l’ha strangolata. 3)Tutti nel condominio sapevano, tutti sentivano le urla. 4) Le forze dell’ordine non sono state in grado di difendere Sonia, di considerare Gianluca violento … Continued

25 novembre – maneggiare con cura

Il 25 novembre riempie le pagine dei giornali, i blog, le televisioni. Parole, immagini, dichiarazioni. Fanno bene? Fanno male? Il troppo crea assuefazione? E’ lecito chiederselo di fronte a certi interventi che fanno rimpiangere il silenzio degli anni precedenti. Come la campagna della regione Liguria, che timbra la schiena di una donna con l’aggettivo Fragile quando bastano due ore in rete (c’è google!) per capire che semmai è la fragilità maschile a richiedere una riflessione. Come Violata, la statua di Ancona che continua a suscitare indignazione ma che nessuno all’interno delle istituzioni si prende la briga di rimuovere, per la gioia dell’artigiano che l’ha venduta per 20.000 euro di soldi … Continued