IMMACOLATA STABILE AVEVA DENUNCIATO

articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle. Ancora un femminicidio. È successo nella notte tra il 22 e il 23 luglio in provincia di Caserta, dove un uomo ha strangolato a mani nude la moglie Immacolata Stabile, che aveva da poco ritirato una denuncia per maltrattamenti. Per poi togliersi la vita. Poche ore dopo su una testata online di San Nicandro Garganico è uscito un articolo che ricorda l’omicidio di Maria Daniele proprio nella cittadina pugliese. Aveva 36 anni quando nel 2007 è stata uccisa dal marito, dopo numerose segnalazioni e interventi dei carabinieri per maltrattamenti e stalking. A raccontare la storia è stata la figlia, la 16enne G.P. che all’epoca … Continua

“Un bacio” e la scuola che vorrei

  articolo che ho pubblicato su La 27esima ora – Corriere della sera. Mi chiedono spesso che cosa dicono i ragazzi nelle scuole. Da nord a sud, dai licei classici ai professionali, i ragazzi e le ragazze non sono un’entità omogenea, come non lo siamo noi adulti. Serve precisarlo? Sì, serve, perché spesso sentiamo parlare di adolescenti in termini assoluti, che non li rappresentano. Rispetto all’omosessualità sento dire le cose più diverse, e anche quando ciò che sento non mi piace mi rendo benissimo conto di quanto sia importante anche solo pronunciare ad alta voce certe parole, certe sensazioni, condividerle, mettere in fila i pensieri. Come quando Matteo, 17 anni, … Continua

blackout

Melissa fa parte di Blackout, un gruppo di giovanissime e giovanissimi (dal mio amato Veneto) che hanno dato vita ad un film che racconta la storia di una ragazza stuprata mentre torna da una festa, di come si sta dopo, di come reagiscono le persone che ti vivono intorno e che ti aiutano a cercare la verità. Melissa mi scrive per dirmi che il loro film, Blackout, sarà tra i finalisti del Vittorio Veneto Film Festival, unico film italiano. Dice: “Noi ragazze ci sentivamo insicure ed impaurite… iniziava a diventare un problema tornare a casa a piedi la sera, da sole, lungo le strade buie del paese. Così assieme ai ragazzi, che da … Continua