dalla violenza ci si può salvare

  articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle. Di fronte ai femminicidi ci spaventa l’idea che molte vittime avessero denunciato violenze e minacce. Negli ultime settimane ha fatto parlare il caso siciliano di Lidia Vivoli, sopravvissuta ad un tentativo di femminicidio da parte del suo ex convivente che sta per uscire dal carcere: lei ora vive nel terrore di morire da qui a poco poiché lui l’aveva minacciata di vendicarsi. Partecipando in collegamento ad una delle trasmissioni che l’hanno ospitata per raccontare la sua storia ho avuto la netta sensazione che al pubblico a casa il messaggio che arrivasse prepotentemente fosse Se denunciate vi mettete in pericolo. Ricordo che durante un incontro … Continued

femminicidio: tra i banchi di scuola

pubblicato in: femminicidio, giovani, scuola | 0

In una V° liceo ragazzi e ragazze parlano di femminicidio. (Lo fanno con un insegnante/psicologo a cui ho chiesto di interagire con la classe durante la stesura di Non lo faccio più. Era appena stata uccisa Stefania Noce, 24 anni; uccisa da Loris, il suo ex-fidanzato, insieme al nonno che tentò di difenderla). Ieri a Milano un ragazzo ha scaraventato la propria ragazza dal 7° piano per poi lanciarsi anch’egli nel vuoto; Vi riporto, dal libro, le considerazioni del prof dopo la discussione in classe. “Una riflessione che accomuna ragazzi e ragazze è la consapevolezza dell’esistenza ancora oggi dell’idea di un maschio dominante e possessivo, una dominanza ricondotta alla forza fisica.  I maschi hanno … Continued

17 anni, grinta da vendere.

Ci scrive Thelma, 17 anni, dalla provincia di Salerno. Più che una lettera è un j’accuse, un’esortazione, che condividiamo! Eccoci qua, popolo di globalizzati: affacciati sul mondo e chiusi nelle proprie abitazioni, convinti che ogni traguardo sia stato raggiunto, che la democrazia in Italia esista, che la violenza di genere nel Bel Paese sia invenzione di qualche acida femminista in sindrome premestruale e che, ad esser sinceri, tutto quello che poteva esser detto, è già stato detto. Io non temo lo stupratore, io temo chi non lo vede, temo l’indifferenza e l’accondiscendenza. Temo il potere di chi ritiene che l’eguaglianza sia ormai valore acquisito, temo chi esalta una giustizia evanescente … Continued

post di Petra, 24 anni

pubblicato in: femminicidio, giovani | 0

“La prima volta che ho visto pubblicizzato il libro di Riccardo Iacona, “Se questi sono gli uomini”, ho pensato: Ecco un altro uomo che pretende di dire la sua sulle donne. Poi me l’hanno regalato, e io, scettica, come tutte le donne che hanno a cuore questo tema, l’ho letto. Mi sono trovata a piangere su certe pagine, leggendo storie di donne sole, completamente sole, vittime di realtà sociali dove si insegna alla donna a non essere altro che  sottomessa per tutta la vita, nelle sue scelte, nella sua relazione di coppia, nella sua morte. Ma ho pianto anche leggendo di storie completamente opposte, di donne moderne, emancipate, che non avevano … Continued