COSA È STATO IL NETWORK DAY DI RIMINI

articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle Oltre 300 persone hanno affollato la sala del Teatro degli Atti di Rimini sabato 8 settembre in occasione del Network day, chiamata nazionale delle associazioni e delle realtà attiviste e di volontariato organizzata dalla rete femminista Rebel Network e dal centro antiviolenza Rompi il silenzio Rimini, in collaborazione con la regione Emilia Romagna e il Comune di Rimini. Hanno aderito più di 150 realtà da tutta Italia e anche internazionali, tra cui Green Peace Italia e Amnesty International Italia, Ippf, Dire, Agedo, Anpi, l’Osservatorio nazionale delle Pari opportunità di Auser. Tra le ospiti l’onorevole Laura Boldrini, Linda Laura Sabbadini e Graziella Priulla. In collegamento … Continua

ASIA ARGENTO E LA DOPPIA DISCRIMINAZIONE DI GENERE

articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle «Cari fratelli, care sorelle». Così Papa Francesco apre le sue omelie, con una predisposizione ad accogliere l’umanità senza distinzione di genere. Eppure per i fratelli, anche nella Chiesa, c’è, come sempre c’è stata, una inscalfibile predisposizione all’avere più a cuore il benessere degli uomini che delle donne. Basti pensare al veto sull’ingresso delle donne nella gerarchia ecclesiastica, o alla caccia alle streghe che in nome di Dio portò al rogo tante donne con quella modalità j’accuse mai sopita. Un esempio la figura di Maria Maddalena. Nel film Maria Maddalena uscito nel 2018 ci viene raccontata questa donna per ciò che probabilmente era, ribelle e … Continua

#hermanaYoSìtecreo

articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle. Se non ci sono tracce di violenza, lo stupro di gruppo è solo «un abuso» e non un’aggressione sessuale: lo hanno sancito i giudici del tribunale di Navarra il 26 aprile riguardo al caso del branco della festa di San Fermin di Pamplona, che nel 2016 aveva scioccato la Spagna. Scatenando una bufera. La Spagna, due anni dopo, dopo questa sentenza è di nuovo sotto choc: decine di militanti femministe hanno protestato davanti al tribunale gridando «Vergogna», «Non è abuso, è stupro». L’ hastag #Yotecreohermana, ‘Io ti credo sorella’, ci dice questo: che dobbiamo credere a chi denuncia, e semmai vederci dimostare il contrario. … Continua

25 NOVEMBRE, TRA IPOCRISIE E NUOVE LIBERTA’

articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle. Il 25 novembre non è una celebrazione, è la commemorazione di tutte le violenze subite dalle donne e dalle bambine di tutto il mondo. È una data scelta dalle Nazioni Unite in memoria delle tre sorelle Mirabal, anime ribelli e coraggiose assassinate in un’imboscata nel 1960 dalla dittatura domenicana alla quale si opponevano; la loro morte scosse il Paese, diede linfa alla lotta e divenne riscatto, liberazione. C’è chi dice che le giornate non servano, io penso invece che pur vigilando sulle strumentalizzazioni e pur mantenendo viva un’attenzione continuativa in ogni mese dell’anno su ogni tema che ci sta a cuore, sia importante creare … Continua

1 2 3