AIUTO!

pubblicato in: femminicidio, legge, pedofilia, stupro | 9

Ho letto la sentenza sul caso di Catanzaro. Con fatica, perchè sale la nausea, è un pugno nello stomaco. I fatti in sintesi sono questi: Una bambina di 11 anni viene assegnata alla tutela dei servizi sociali. Se ne prende cura un impiegato dei servizi sociali di 60 anni, Pietro Lamberti. La polizia irrompe a casa di Lamberti e lo sorprende nel letto con la ragazzina. Lamberti viene condannato a 5 anni di carcere (che mi sembran pochi ma non stiamo parlando di questo). La Corte di Cassazione, su richiesta della difesa, annulla il processo d’appello perchè non è stata esaminata l’ipotesi dell’attenuante dell’accondiscendenza della vittima, in “relazione d’amore”, si legge, con l’imputato (dall’esame … Continued

Vicino a Lei.

pubblicato in: giovani, stupro | 0

A Licata e’ stata stuprata una ragazzina di 13 anni. A farle violenza sembrerebbe siano stati due conoscenti, di 17 e 23, che le hanno offerto un passaggio. Leggo e ripenso alle storie che ho raccolto nel libro “Non lo faccio piu’”. Penso a Veronica, stuprata dai suoi amici dell’universita’; alla quindicenne stuprata da Marco, che le ha dato un passaggio mentre tornava da scuola. Penso a Marco, preoccupato solo di  dichiararsi innocente dicendo che lei era consenziente, in accordo con l’avvocato, e sostenuto dalla madre. Marco che invece sta scontando sei anni. Marco che ammette che senza il carcere non avrebbe capito fino in fondo il male compiuto: Mi … Continued

un fumetto per Carmela

pubblicato in: comunicazione, legge, libri, stupro | 0

Carmela aveva 12 anni quando è stata stuprata, ne aveva 13 quando si è buttata dal settimo piano di un condominio. Quando ho conosciuto il suo papà, Alfonso, era il luglio del 2011 e stavo raccogliendo testimonianze sulla violenza sessuale per il libro “Non lo faccio più”. Ci siamo visti a Napoli, dove abbiamo condiviso una pizza da asporto che ci siamo portati nella cucinetta del bad & breakfast dove alloggiavo, per parlare in tranquillità. Una serata difficile da definire, tra il dolore che mi annientava mano a mano che Alfonso parlava e la forza che la sua determinazione e il suo immenso amore per la sua bambina mi trasmetteva. … Continued