LE SCUSE DI VLADIMIR LUXURIA AD ASIA ARGENTO CI METTONO A NUDO

articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle. Nella puntata di Cartabianca del 12 dicembre Vladimir Luxuria aveva confermato all’Italia il suo maschilismo, perseverando nel tentativo di screditare Asia Argento e la sua attendibilità nel denunciare la violenza subita da Harvey Weinstein. Il web, e non solo, si è scatenato e l’ha letteralmente sommersa di critiche, proveniente anche dagli ambienti dell’attivismo Lgbt. Il 17 dicembre però, cinque giorni dopo la triste performance, sono arrivate le scuse e l’autocritica: Luxuria dice di essersi ravveduta dopo aver parlato con una donna che le ha confessato una violenza subita 30 anni prima e di essersi «sentita di merda» di fronte alle sue lacrime. E di … Continua

LIBERI E UGUALI: IL LOGO È UN FLOP PER LE POLITICHE DI GENERE

articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle. Come risponde Pietro Grasso alle critiche che hanno accompagnato la nuova formazione politica con un nome, Liberi e uguali, declinato al maschile e una foto di esordio con quattro dirigenti maschi in fila (Grasso, Civati, Speranza e Nicola Fratoianni)? Attaccandosi a una fogliolina, parte del nuovo logo. L’Italia lo critica per aver dimenticato che le donne rappresentano la metà di un elettorato che merita rappresentanza anche nella leadership e lui che fa? Propone una fogliolina che richiami le donne e l’ambiente. Ospite da Fabio Fazio a Che tempo Che fa domenica 10 dicembre Grasso ha spiegato che «Le foglioline accanto alla Idanno l’idea dell’ambiente … Continua

IN MENOPAUSA E FELICE: INSOPPORTABILE BRIGITTE

  articolo che ho pubblicato su LetteraDonna/Elle. La satira è satira, si dirà, ma c’era bisogno di sottolineare – ancora?? – che la moglie di Macron è più grande di lui così tanto da non potergli dare un figlio? Sarà certamente in menopausa madame Brigitte, con i suoi 64 anni, come lo sono anche io che ne ho 52. Gallina vecchia non fa più buon brodo sembra dirci questa vignetta, ci vorrebbe – appunto – un miracolo. Un miracolo per cosa? Per essere – nuovamente – madri?   E perché dovrebbe essere un desiderio di madame Brigitte – e del marito – avere dei figli? Perché non accettare, cari satirici … Continua