ascolto il rap e penso che

pubblicato in: femminicidio, giovani | 0

ci scrive Oriana, 16 anni, che ha preso un brano RAP e ci ha pensato su: (le frasi tra virgolette sono tratte da una canzone: “Paura, rum e fango” di Maxi B.) Al giorno d’oggi per la violenza sulle donne non ci sono più confini, né geografici né sociali: la riscontriamo nel terzo mondo e nei Paesi occidentali più avanzati. Non ci sono più limiti, si va dagli schiaffi, allo stupro, fino ad arrivare, in alcuni casi, anche all’omicidio. “Le mani addosso ancora, la sua violenza ancora, e ancora, la tua innocenza che ti muore in gola!” Non sempre si denuncia una violenza, a volte la paura si sovrappone alla consapevolezza di … Continued