non è stato stupro, meglio così

postato in: cristinaobber.it | 0

Ricevo e pubblico da Sara, perchè di molestie sessuali si parla poco e si minimizza troppo. “È un periodo di lavoro intenso. Gli ordini non mancano e i clienti spingono per avere le consegne prima della chiusura di agosto. Così, come spesso accade, le ultime settimane prima delle vacanze estive si lavora anche il sabato. Lavoro nell’attività di famiglia, la valle in cui vivo con il mio compagno e i miei due figli piccoli ha un fitto tessuto di aziende meccaniche, mio padre ne ha fatta crescere una con impegno e caparbietà imprenditoriale. Io ho raccolto il dono di mio padre – non senza qualche difficoltà di inserimento in un mondo tutto maschile – e … Continua

miss dolcetto alla fragola

postato in: cristinaobber.it | 9

Sono andata dalla parrucchiera oggi. Mentre mi pettinava, sfogliavo una rivista. A un certo punto mi sono imbattuta in un servizio fotografico di abbigliamento per l’infanzia, abbigliamento perfetto per il Natale in arrivo. Alla bambina che vedete qui a lato, ho sbiancato io il volto con Photoshop; non mi sentivo di pubblicare i suoi occhi vivi e il suo bel sorriso di bimba. E non solo perchè minorenne, visto che si tratta di una foto già pubblica. L’ho sbiancata per pudore, per rispetto di quella sua infanzia che nulla ha a che fare con quelle cosce scoperte quanto basta per togliere a questa immagine l’innocenza. Sarò bacchettona? Forse. O forse so … Continua

25 novembre 2015: un immenso #nessunascusa

Credo dovremmo prendere spunto dalla manifestazione di Firenze  per tornare in piazza come il 13 febbraio 2011. Vorrei un 25 novembre con le piazze piene di donne e uomini che dicano a gran voce che per uno stupro non c’è #nessunascusa. Che siamo stanche ma anche stanchi di sentenze che ci umiliano, che riducono le donne a corpi a disposizione, colpevoli in quanto corpi, e a uomini in balia di istinti predatori senza la minima coscienza del valore dell’altro. Sono tre anni che vado nelle scuole a parlare di questo con i ragazzi e le ragazze, a cercare con loro di demolire gli stereotipi che ci ingabbiano tutte e tutti. … Continua

Loredana invece è morta

postato in: femminicidio, legge, stalking | 0

“Il giudice aveva anche revocato il divieto di avvicinarsi alla donna. Spesso i carabinieri si erano recati nell’appartamento dei due conviventi per sedare violenti dissidi e l’uomo non esitava a andare al negozio dove la donna lavorava tanto che questa, spaventata, si faceva accompagnare a casa dai suoi colleghi di lavoro. Oggi l’atto finale.” (qui i fatti) L’ “atto finale” è l’omicidio preannunciato da quei “violenti dissidi”, da quello stalking che le metteva paura. Chissà se Loredana avrà mai pensato “Forse esagero, forse non arriverebbe a tanto”. Chissà se e chi e in quanti l’avranno tranquillizzata. Il fatto è che troppe volte si sottovalutano i rischi, non si è in … Continua

1 2 3 4 9