post di Petra, 24 anni

Per quale motivo – ancora nel XXI secolo – la gelosia di un uomo viene considerata da alcune donne un elemento a suo favore, quasi un pregio, una virtù?

La gelosia dei propri fidanzati, come se fosse simile alla simpatia o l’intelligenza, viene elogiata non soltanto nei salotti televisivi, da meteore di passaggio che puntano a far parlare di sè, ma anche da ragazze molto giovani alle prese con le prime esperienze di coppia e di relazione con l’altro sesso, in discorsi del tutto quotidiani.

“Il mio ragazzo è molto geloso, non vuole che esca da sola la sera con le amiche”; “ Non mi posso vestire troppo scollata, o con una mini, perchè sai, poi lui si arrabbia”; “Io controllo sempre di nascosto i messaggi sul cellulare del mio ragazzo, e anche lui lo fa sempre.. se mi arriva un messaggio di un altro, anche se non c’è niente tra di noi, diventa gelosissimo e spesso minaccia di lasciarmi o di farmela pagare. Allora io sto zitta e faccio quello che vuole, perchè non voglio perderlo”.

La violenza sulle donne non è solo stupro, è anche pressione psicologica, è anche l’essere costretta a fare cose che non si vorrebbero fare, è anche l’essere ostacolata nel prendere decisioni individuali o l’essere psicologicamente costretta a non essere indipendente, è essere controllata costantemente.

Un ragazzo che non è geloso in modo ossessivo, non solo è molto più probabile che vi ami sul serio, ma è anche più sicuro che rispetti il vostro diritto ad essere libere.

Perchè molte donne e ragazze continuano ad identificare l’ideale romantico dell’amore “intenso e passionale” con il senso di possesso, a volte con la violenza esercitata dal proprio compagno?

Per quale motivo dovremmo lasciare che qualcun altro abbia il controllo sulla nostra libertà, sulle nostre scelte di vita, sul nostro corpo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *